COME PARLARE IN PUBBLICO SENZA PAURA

 

DOMENICA 24 SETTEMBRE 2017   ORE 10.00-18.00

 

CHA Creative Healing Arts

Complesso San Giorgio

via San Giorgio 44

Tricesimo (UD)

 

 

 

 

 

 

Una delle nostre paure principali è quella di parlare in pubblico, e la vita ci propone molteplici situazioni in cui c’è la necessità di farlo, nel lavoro e nella vita quotidiana. Per molti di noi è fonte di grande stress: fisico, ma soprattutto emotivo e nervoso. La sensazione che si prova è spesso quella di sentirsi inadeguati, impreparati, esposti allo sguardo critico dei presenti che sentiamo come giudici implacabili ... può mancare il respiro, aumentare il ritmo cardiaco insieme alla sudorazione, insinuarsi uno stato d’animo di pena e sofferenza.

Ciascuno di noi però ha in sé le capacità e le potenzialità di comunicare le proprie idee con sicurezza ed efficacia di fronte ad un uditorio, imparando a fronteggiare il disagio e le difficoltà.

Vale certamente la pena fare un piccolo sforzo per affrontare la nostra paura e cercare di superarla completamente. Imparare a fronteggiare una platea è un metodo straordinario per migliorare e infondere coraggio e fiducia in noi stessi, e superare tensione, timidezza e insicurezza.

Parlando in pubblico siamo costretti ad affrontare le nostre paure e questo si riflette positivamente su tutto ciò che facciamo, in ogni ambito della nostra vita. Molte persone, con la giusta consapevolezza e tenendo a mente alcuni principi chiave, sono riusciti a farcela.

Un principio fondamentale consiste nel non aspettarci troppo da noi stessi. Molti infatti ritengono che per parlare in pubblico si debba essere impeccabili, privi di incertezze, e non mostrare nervosismo ed emozioni.

In realtà tutto questo non è assolutamente necessario: il pubblico non pretende affatto perfezione da parte nostra e non ripone su di noi, in quanto persone, nessuna particolare aspettativa. Si aspetta semplicemente di ricevere qualcosa che prima non sapeva o non aveva.

Può essere che i primi tentativi di prendere la parola in pubblico siano dei piccoli insuccessi.

Ma è necessario comprendere che è assolutamente normale, e che solo la pratica ci consente di acquisire scioltezza e fluidità e di superare il timore di parlare in pubblico.

È importante accettare di avere paura e, nonostante ciò, parlare lo stesso, anche se significa fare un piccolo, a volte grande, sforzo. Anche se impauriti, nervosi ed esitanti, parliamo lo stesso: dopo un po’ inizieremo ad acquisire capacità e fiducia. Può darsi persino che cominceremo a divertirci e a prenderci gusto.

Perciò è importante essere spontanei. La propria personalità esibita con naturalezza è una delle caratteristiche vincenti di un buon relatore.

Non serve fingere di essere ciò che non si è. È più efficace essere semplicemente se stessi, con i pregi e i difetti di tutti. Il pubblico così si identificherà più facilmente con noi, e otterremo la sua fiducia, perché non ci sentirà distanti, ma simili ad esso.

Un altro aspetto certamente importante riguarda la preparazione di un

discorso, per fare in modo che esso risulti sempre semplice e comprensibile a chi lo ascolta.

Tuttavia, gli aspetti tecnici e pratici rappresentano solo una parte di ciò che permette la buona riuscita di una comunicazione in pubblico.

In realtà, un’eccessiva o addirittura ossessiva preparazione è spesso solo un’espressione di insicurezza nella nostra capacità di coinvolgere e convincere le persone che ci ascoltano. Una mancanza di fiducia nei nostri mezzi.

È su questo, allora, che sarà più importante concentrarsi: sulla necessità di sviluppare fiducia nella nostra abilità naturale di fronteggiare una platea. In realtà, dobbiamo riconoscere che non c’è nessuna necessità di mantenere il controllo sul pubblico. Ammettere e non nascondere di essere tesi ci aiuterà a ridurre notevolmente le distanze tra noi e la platea, perché solitamente è spaventata quanto noi dall’idea di parlare in pubblico e può intuire benissimo il nostro stato d’animo.

Come già detto, mettersi costantemente alla prova è la vera soluzione, magari eseguendo una prova generale del discorso di fronte a parenti o amici, o addirittura davanti a uno specchio. Siamo noi la vera e autentica risorsa.

 

Il corso è rivolto alle persone che si relazionano con l’altro nel lavoro e a tutte le persone che vogliono sviluppare le proprie capacità comunicative.  

 

  Un'esperienza magica e rivelatrice, per chi è in grado di lasciare a casa le aspettative e tuffarsi nel mare delle emozioni, della spontaneità e della consapevolezza!  (Alessandro)

 

Un bel lavoro di acquisizione di consapevolezza e di crescita personale! (Gioia)

 

 

Conduttore: Tapani Mononen, fondatore e direttore CHA, arteterapeuta, attore e

regista di teatro,  counselor olistico (Iscritto al Registro Nazionale di Categoria Professionale S.I.C.O.OL nr. 940)

 

Info e iscrizioni: Tapani Mononen 388/0496240

tapanino@hotmail.com

 

 

 

Centro CHA - Creative Healing Arts

via San Giorgio 44, 33019 Tricesimo (UD) tel. (+39) 388 0496240


 

ASSOCIAZIONE CULTURALE CREATIVE HEALING ARTS

VIA SAN GIORGIO, 44 - TRICESIMO/UD

C.F. 94136960302

 

TAPANI MONONEN

tel. (+39) 388 0496240

e-mail: tapanino@hotmail.com

 

LE ATTIVITA' SONO RISERVATE AI SOCI